freedom

pina baush

TUTTO

risuona a ritmo di jazz

‘ventodigola’

in doppia sinfonia come a New York

Le senti pure tu?

sembrano grida cianotiche

[bluastre ma scandite]

che si inerpicano incaute nei nostri cuori

LASCIO

che tutto accada

posando gli occhi umidi nel mio sguardo

[___”io” spettatore___]

 

 

 

 

 

Advertisements

fluidità interiori, pillole dei sensi, schegge di pensiero. Logiche sospensioni dall'impeto del fare per lanciare parole dalle mani così come nascono come mi scivolano dalle dita. così m'invento – metafora imperfetta dei miei sé